Grande successo di COSMED per la trattativa che ha portato alla sottoscrizione della bozza di CCNQ su permessi e distacchi, che potete leggere o scaricare, cliccando sul link:

 

www.aranagenzia.it -L’ACCORDO FIRMATO – CCNQ RIPARTIZIONE  DISTACCHI E PERMESSI TRA LE ASSOCIAZIONI SINDACALI RAPPRESENTATIVE NEI COMPARTI E NELLE AREE DI CONTRATTAZIONE – TRIENNIO 2019/2019

 

L’Aran ha consentito la chiusura del contratto anche con il voto contrario di CGIL e CISL comunque avendo assicurata la maggioranza del tavolo grazie al voto favorevole di tutte le altre sigle confederali.

Manca ancora accordo sulle Aree ed i Comparti per la contrattazione, ma l’aver distribuito le prerogative sindacali con la PTA che resta nelle funzioni locali è una buona premessa.

Il nuovo CCNQ prevede una grande flessibilità, la possibilità di recupero dei resti, la convertibilità dei distacchi in ore.

Un passo importante è la nota a verbale firmata congiuntamente da COSMED, da CODIRP e UIL per evitare il proliferare di deleghe fittizie alla data della rilevazione (la prossima sarà al 31 dicembre 2020) che inquinano il risultato della rappresentatività.

COSMED aumenta i distacchi e passa da 3 a 4 ed aumenta la possibilità di ore cumulabili.

FEDIRETS è riconosciuta come la sigla sindacale maggiormente rappresentativa dell’Area Funzioni locali e porta a casa tante prerogative sindacali che finalmente potranno consentire di svolgere l’attività sindacale senza sacrificare, come successo spesso fino ad ora, le nostre ferie ed il nostro tempo libero.

In particolare:

  • Distacchi: si passa da 2 (1 ex Fedir ed 1 ex Direl) a 5 distacchi, più uno per la Cosmed = totale 6 distacchi
  • Permessi per riunioni organismi direttivi statutari: si passa da 642 ore a 1.295 ore con un aumento di 653 ore, più che un raddoppio;
  • Cumuli: si passa da 318 ore (ex Fedir e Direr) a 2.412 di ore cumulabili che portano alla possibilità di avere un altro mezzo distacco.

Possiamo essere più che soddisfatti: l’azione unitaria di FEDIRETS, di cui come DIRER-SIDIRSS siamo stati promotori, ha ricevuto il giusto riconoscimento ed è stata premiata.

Per l’esigibilità delle nuove prerogative sindacali si deve attendere la firma definitiva che dovrebbe arrivare per fine anno.

Senza retorica ottenuto il massimo.