Archivi del mese: marzo 2019

Ieri, dopo 10 anni di blocco dei CCNL e a triennio già scaduto, anche a seguito dell’ultimo  sollecito da noi inviato in data 15 Marzo 2019 CHE PUOI RILEGGERE QUI , i Comitati di settore Regioni/Sanità ed Enti locali hanno licenziato l’Atto di indirizzo per il CCNL 2016-2018. Ci riserviamo di commentarne i contenuti, in quanto Il testo, nella versione finale, non è ancora disponibile e sarà comunque soggetto, come da d.lgs. 165/2001, all’esame di compatibilità finanziaria da parte del Governo per la sua definitiva approvazione ed il successivo invio all’Aran.

CLICCA QUI PER IL  COMUNICATO STAMPA DIRAMATO DA FEDIRETS 

Nonostante la modifica del comma 687 legge di bilancio 2018 che ha sbloccato la possibilità di avvio dei tavoli di contrattazione della dirigenza del SSN, dei Comuni e delle Regioni, il contratto nazionale di lavoro dell’ Area Funzioni Locali non può ancora partire perchè il comitato di settore continua, a tre anni dalla decorrenza contrattuale e a due mesi dal contratto,  già bello che scaduto, a non emanare neanche l’atto di indirizzo, senza il quale Aran non ci può convocare.
Pertanto  Fedirets, sostenuta da Cosmed, ha sollecitato oggi con fermezza l’emanazione dell’ atto di indirizzo del CCNL 2016/2018 Area Funzioni Locali,  la cui mancanza ormai costituisce una vera e propria omissione di atti di ufficio.
Abbiamo tentato, invano, di coinvolgere nel sollecito le altre O.S. dei Confederali.
Dobbiamo dedurre che non è evidentemente interesse di tali Organizzazioni Sindacali lo status professionale ed economico della dirigenza.

La Corte Costituzionale, con sentenza n. 20 del 22 febbraio 2019 si è pronunciata sulla questione di legittimità costituzionale, dichiarando incostituzionale la pubblicazione della situazione patrimoniale e reddituale dei dirigenti e suggerendo al legislatore un intervento volto a limitare detto obbligo ai soli dirigenti apicali, in considerazione dei compiti di elevatissimo rilievo ai medesimi attribuiti.